Marzo – N. 177

copertina-177Apertura
Tre poesie di T. S. Eliot traduzione di Eugenio Montale

Persuasioni
Da Parigi: non uccidere di Piergiorgio Giacchè – Libertà e responsabilità della letteratura di Giancarlo Gaeta- Una lettura politica di Houellebecq di Alessandro Leogrande – Clima e austerity neoliberista di Naomi Klein incontro con Gianfranco Bettin e Beppe Caccia – In Grecia, una salutare ribellione di Saskia Sassen incontro con Giuliano Battiston – Fare come Tsipras di Giulio Marcon – Dal Cairo, nel nuovo anno di Neliana Tersigni – Il partito della nazione di Francesco Ciafaloni – C’era una volta la finanza vaticana di Iacopo Scaramuzzi – Torino e la seconda lacrima di Giorgio Morbello – No-Tav, una valle di traverso di Enzo Ferrara

Arte e parte
Sogni e dubbi negli Usa di Amitav Ghosh incontro con Simona Cappellini – Città, memoria, identità di Teju Cole incontro con Simona Cappellini – Perché, e altre poesie di Philip Schultz a cura di Paola Splendore – Due poesie romane di Durs Grünbein a cura di Piero Salabè – Cinema Zenith di Andrea Bruno incontro con Emilio Varrà – L’orso Ricci visto da vicino di Anke Feuchtenberger

Opere e giorni
Renzo Piano nelle periferie di Giacomo Borella – Traverso e la modernità ebraica di Gabriele Fichera – Un favoloso giovane, Grotowski di Attilio Scarpellini – Houellebecq che legge nel futuro di Nicola Lagioia – Come raccontare il cinema di Paolo Mereghetti – Il pappagallo di Julian Barnes di Sara Honegger – Ricordo di Pedro Lemebel di Jaime Riera Rehren

Letto, visto, ascoltato
Aberrahmane Sissako / Stefano Massini / Maurizio Torchio, Nadia Terranova, Francesca Matteoni, Maylis De Kerangal, Israel J. nSinger / Alfredo Casiglia e altri

Il racconto
Storia di Kadi di Alessandro Casellato – L’orchestra sospesa di Riccardo Corsi – Taccuini di Mosella Fitch di Stefano Massini – Formaggio per Jan di Tommy Wieringa – Il Museo della memoria del mare di Fabio Buonocore, Anna Chiara Cimoli

La copertina di questo numero è di Lorenzo Mattotti, le illustrazioni sono di Tullio Corda, i disegni in apertura di sezione sono di Oreste Zevola, il logo è di Mimmo Paladino.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Print this pageEmail this to someone
Nessun commento a questo articolo.

Lascia un commento