Archivio | Dicembre 2014/Gennaio 2015 – N. 174/175

Su Siegfried Lenz

Al tumulto mediatico suscitato in queste settimane sulle terze pagine dei maggiori quotidiani tedeschi dall’uscita del nuovo lavoro autobiografico di H. M. Enzensberger ambientato negli anni della contestazione e intitolato per l’appunto Tumult (Suhrkamp), fanno da contraltare i numerosi contributi di commiato da uno dei più letti e significativi rappresentanti della letteratura tedesca dal Dopoguerra ai giorni nostri: Siegfried Lenz.…
Leggi tutto →

Globale e locale. La lotta di classe oggi

Il mio Utopie letali (Jaca Book) è un libro contro i post (postmoderno, postindustriale, postfordismo, postcoloniale, postmarxista, postmateriale, postoperaista, eccetera). È possibile essere contro i post senza essere nostalgici? Un’accusa che piove immediatamente su chiunque torni a utilizzare le categorie “classiche” del marxismo, come socialismo, comunismo, lotta e coscienza di classe, eccetera.…
Leggi tutto →
cover-174-175

Dicembre 2014/Gennaio 2015 – N. 174/175

Apertura
Il futuro rimpianto
di Günther Anders a cura di Devis Colombo Persuasioni
Globale e locale. La lotta di classe oggi
di Carlo Formenti – Il seme sotto la neve. L’anarchismo oggi di Giorgio Fontana – La retorica delle “due sinistre” di Alessandro Leogrande – Il Nordest tra crisi e ripresa di Gianfranco Bettin – Il pressing delle manovre finanziarie di Andrea Toma – Prova d’orchestra e lotte sindacali di Simone Caputo – Cibo e potere di Alberto Grossi – Terra, casa, lavoro, giustizia e pace… di Papa Francesco Arte e parte
Prima e dopo il Muro, voci tedesche
“La terza generazione” di Fassbinder
di Thomas Elsaesser – A porta a porta con un’altra vita di Alexander Kluge, a cura di Maria Gregorio – Le parole della pioggia di Günter Eich a cura di Lorenzo Bonosi – Europa diseguale di Ingo Schulze incontro con Valentina Di Rosa – Siegfried Lenz, un breve omaggio di Davide Di Maio – Sottosopra e altre poesie di Vera Schindler-Wünderlich a cura di Donata Berra – Il teatro di Thomas Bernhard di Massimo Marino Perché Simenon
I romanzi più amati

di Anna Antonelli, Marcello Benfante, Maurizio Braucci, Umberto Cantone, Goffredo Fofi, Piergiorgio Giacchè, Nicola Lagioia, Emanuela Martini,  Emiliano Morreale, Lorenzo Pavolini, Nicola Villa, Alessandro Zaccuri, Opere e giorni
Vita agra di Giuseppe Berto
di Nicola De Cilia – Nuovi romanzi dallo Zimbabwe di Paola Splendore – La Turchia di Asli Erdogan di Lea Nocera – Ugo Cornia tra gli animali di Pinuccia Ferrari – Gli emigranti di De Clementi di Michele Colucci   Letto, visto, ascoltato
David Van Reybrouck / Mariamargherita Scotti, Michael Young / Danilo Kis, Roberto Arlt, John Christopher / Nuri Bilge Ceylan, Richard Linklater / Pier Paolo Pasolini Il racconto
Fate che il pubblico
di Mimmo Borrelli – Bolero di  Maurizio Braucci – Mile End.
Leggi tutto →