Archivio | Dicembre 2016/ Febbraio 2017 n. 198/199/200

Mara Cerri

Bene e male. Su ciò che resta

      Una pagina dei taccuini di Chiaromonte contiene una straordinaria meditazione su che cosa rimane di una vita. Non che cosa abbiamo o non abbiamo avuto è, per lui, il problema essenziale – la domanda vera è, piuttosto, “che cosa rimane?”, “che cosa rimane del seguito di giorni e d’anni vissuto come si poteva, e cioè secondo una necessità di cui neppure ora riusciamo a decifrare la legge, ma insieme come capitava, e cioè a caso”?…
Leggi tutto →
copertina198-200

N. 198/199/200 – dicembre 2016, gennaio 2017, febbraio 2017

  • A come Italia di Altan
  • Africa / Il futuro di un continente di Felwine Sarr, incontro con Livia Apa
  • Agricoltura / Il supermarket, il caporale, il contadino di Mimmo Perrotta
  • Angeli / Da Paul Klee a Virgilio Sieni di Giancarlo Gaeta
  • Avventura / Il giustiziere di Stefano Benni
  • Bene e male / Su ciò che resta di Giorgio Agamben
  • Bianco e nero / La distanza tra il crepacuore e la rabbia di Ross Gay
  • Calais / La giungla non è neanche una giungla di Razi Mohebi
  • Cinema italiano / La stessa pappa di Paolo Mereghetti
  • Cinema mondo / Un diluvio di immagini di Emiliano Morreale
  • Cinghiali / “Wrgawwwrh…” di Giordano Meacci
  • Città / Porta della Rocca Ostile di Simona Vinci
  • Cultura / Una deriva debordante di Andrea Toma
  • Democrazia / Ma il popolo è davvero sovrano? 
Leggi tutto →